La chirurgia estetica moda o necessità?

I canoni di bellezza sono sempre più irraggiungibili, siamo quotidianamente esposti alle pressioni narcisistiche dove è vietato essere brutti, in una società basata sull’immagine, la chirurgia estetica è ormai diventata una moda.

In molti ricorrono ai “ritocchini” per migliorare il loro aspetto, non sono soltanto le donne, ma anche gli uomini e molti giovani che subito dopo aver compiuto la maggiore età decidono di rivolgersi ad un chirurgo. Se la chirurgia estetica si può accettare quando realmente migliora insieme all’ aspetto la vita delle persone, un suo abuso diventa eccessivo da vedere.

Oggi è noto che per sentirsi accettati nella società bisogna incarnare modelli di bellezza provenienti da celebrità dicendo addio alle imperfezioni che ci rendono unici e interessanti. Non sono necessari molti studi per capire che la causa scatenante di questi interventi sia l’insicurezza, a maggior ragione credo fortemente nei servizi che offre una consulente d’immagine, sono mirati alla valorizzazione della persona dalla testa ai piedi, senza trattamenti invasivi, solo grazie a tecniche e piccoli camouflage si può migliorare il proprio aspetto e la propria autostima ed essere semplicemente autentici.

Ricordate, anche con l’avanzare dell’età qualche ruga non guasta la bellezza della persona, come affermò la grande Alda Magnani “Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. C’ho messo una vita a farmele!”.